Tatuaggi di animali: i più tatuati e il loro significato

Tra i soggetti più tatuati, sul corpo di uomini e donne, figurano moltissimi animali, quasi sempre scelti per il loro significato simbolico. Dai tipici animali della tradizione giapponese a quelli appartenenti alla Vecchia Scuola; ma quali sono i più popolari e qual è il loro significato?

Sono moltissime le persone che optano per un animale quando scelgono il soggetto del loro nuovo tatuaggio; certamente il mondo animale suscita da sempre un grande fascino e fin dall’antichità l’uomo ha attribuito caratteristiche animali a sé stesso.

Spesso i tratti distintivi di un particolare animale affascinano a tal punto da portare chi li ama a tatuarseli, in altri casi sono le leggende o i significati appartenenti alle diverse culture o scuole di art tattoo che spingono una persona a scegliere questo o quell’animale come soggetto del proprio tatuaggio.

Tra gli animali più tatuati ne troviamo diversi appartenenti alla cultura giapponese:

La carpa (Koi): simbolo di coraggio e perseveranza. Una leggenda narra di una carpa che riuscendo a risalire i fiumi fino alle porte del cielo fu trasformata in drago, per questo i draghi sono raffigurati con squame di pesce. La carpa è inoltre di buon auspicio per la nascite e porta fortuna per il nascituro.

Il dragone: animale mitico, che nella cultura giapponese è, al contrario che in quella occidentale, portatore di pace e saggezza; simbolo dell’acqua e capace di realizzare i desideri.

Il serpente: anche questo animale, che nella cultura cristiana rappresenta il male ed è direttamente associato a Satana, perde in quella nipponica le valenze negative e diventa simbolo di forza e acutezza.

Il leone: proviene dalla religione shintoista e rappresenta la protezione dagli spiriti malvagi (gli Oni), è portatore di salute e prosperità e nella cultura occidentale simbolo di coraggio e superiorità.

La tigre: molto rappresentativa anche nella cultura cinese, è simbolo di forza, longevità e coraggio, caratteristiche che il tatuato desidera fare sue.

La fenice: nonostante non appartenga originariamente alla cultura nipponica, questo animale leggendario è entrato a farne parte grazie al contatto con l’occidente. È simbolo di rinascita fisica e spirituale: la fenice risorge dalla proprie ceneri.

Uscendo dalla tradizione giapponese troviamo altri animali molto popolari nei tattoo:

La rondine: tipico soggetto appartenente alla Old School, la rondine è strettamente correlata all’esperienza, alla saggezza e alla riuscita di un’impresa. Nel mondo nautico è simbolo di fortuna, infatti avvistare una rondine in mare significa che la terra è vicina.

L’aquila: uno dei disegni più densi di significato appartenente anch’esso alla Old School, l’aquila è legata al patriottismo e rappresenta amicizia, coraggio, onore e libertà. Per i nativi americani ha un profondo significato spirituale: l’aquila vola vicino al sole, significa equilibrio tra cielo e terra, tra la vita terrena e l’aldilà. Tra le divinità greche rappresentava Zeus, il Dio più potente.

Il lupo: rappresenta la fedeltà e la lealtà. Nella mitologia era legato alla spiritualità e alla forza interiore; era animale sacro a Marte, Dio della guerra.

L’orso: per i nativi americani l’orso rappresenta protezione invocata dagli sciamani per risolvere i conflitti, è anche simbolo di collegamento tra la Terra e il Cielo. Nella tradizione giapponese rappresenta forza, pazienza e benevolenza; nella cultura cinese è simbolo di vitalità, fecondità e autorità, associato all’energia yang.

Il delfino: animale simbolo di amicizia e di armonia con il mondo; per i marinai era una sorta di guida spirituale che offriva protezione durante le grandi navigazioni.

Lo scorpione: per gli Egizi era un potente guardiano che accompagnava le anime nel passaggio alla vita ultraterrena; per gli aborigeni africani è associato alla vita e molto venerato.

Il ragno: in alcune culture è un grande portafortuna, è simbolo di astuzia e capacità di sopravvivenza.

La farfalla: uno dei soggetti più tatuati soprattutto dalle donne, è simbolo di bellezza e femminilità ma anche di profonda metamorfosi (da bruco a crisalide a farfalla) e dell’effimero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *