Il primo tatuaggio: 8 preziosi consigli

Farsi il primo tatuaggio è una decisione coraggiosa e importante, una scelta che potrebbe portarvi ad una vita di rimpianti se il risultato finale non sarà esattamente come lo avevate immaginato. Per questo è assolutamente indispensabile procedere nel modo giusto; in questa guida troverete 8 indicazioni da seguire scrupolosamente per non incorrere in errori o situazioni poco piacevoli durante e dopo la vostra prima seduta dal tatuatore.

 

b61fef40191236dcb83d8472db212600

Quando si decide di farsi un tattoo, in questo caso il primo in assoluto, è necessario essere veramente convinti; farlo per seguire una moda, per imitare qualcuno, piuttosto che per noia o presa di posizione significa non farlo come andrebbe fatto!

Il tattoo è una forma artistica strettamente connessa alla zona più profonda del nostro Io; nella tradizione dell’art tattoo il tatuaggio è espressione di sé, dei propri sentimenti e dei propri desideri più intimi.

Farsi un tatuaggio non è come indossare un vestito o tingersi i capelli; il vero significato di ogni tattoo è unico e veramente compreso soltanto da chi lo porta, per questo i motivi che spingono a farsi tatuare devono essere ben radicati in noi, una scelta ponderata alla quale ci si sentirà legati per sempre.

Ovviamente è possibile tatuarsi anche soltanto per il piacere estetico di decorare il proprio corpo, ma anche in questo caso è necessario avere la certezza del soggetto e, ad ogni modo, portare sulla propria pelle qualcosa che non ci rappresenta potrebbe diventare motivo di disagio nel lungo periodo.

Detto questo, presa la decisione occorre procedere per gradi, valutando tutti gli aspetti della cosa; vediamo, allora, cosa fare per rendere il nostro primo tattoo e la seduta dal tatuatore un’esperienza del tutto positiva.

  1. Fate la vostra personale ricerca

Anche se avete un’idea piuttosto precisa di ciò che volete imprimere sulla vostra pelle, non abbiate fretta! Il vostro tattoo resterà con voi per sempre e dovrete convivere con il soggetto e con il suo significato per tutta la vita.

Fare ricerca significa in primo luogo cercare il tatuatore giusto; se non ne conoscete potete rivolgervi all’artista di fiducia di un amico, in questo modo avrete la certezza della sua mano e potreste sentirvi più tranquilli.

Questa decisione deve però includere anche un altro aspetto; se avete deciso di tatuarvi un volto, ad esempio, cercate un tatuatore esperto in questa tipologia di soggetti, questo discorso vale principalmente nel caso desideriate un tattoo particolare.

Esponete poi al tatuatore la vostra idea di base, se volete portate immagini di riferimento, fategli tutte le domande in merito ai tempi di esecuzione e al prezzo; inoltre è importante chiedere consigli per quanto riguarda la zona del corpo sulla quale tarsi il tatuaggio, sull’eventuale utilizzo di colori, ombre e sfumature.

  1. Preparatevi alla seduta

Il giorno dalla seduta dal tatuatore fate un pasto completo qualche ora prima, non bevete alcolici, non assumete medicinali vasodilatatori e non dimenticatevi di fare una doccia!

  1. Non recatevi dal tatuatore con il vostro entourage completo!

La seduta dal tatuatore è un momento piuttosto intimo; può essere una buona idea portare con voi una persona con cui condividere il momento, ma più di un “ospite” vorrebbe dire creare confusione e questo è assolutamente da evitare.

  1. Fidatevi del vostro tatuatore

L’artista sa quello che sta facendo, non c’è bisogno di fare tante domande; del resto il tempo del chiarimento dei dubbi c’è già stato e il giorno della seduta tutto sarà già ampiamente concordato.

  1. Controllate il posizionamento del tattoo sul corpo

La prima fase della seduta è quella in cui il tatuatore disegnerà con lo stencil il nuovo tatuaggio sul vostro corpo; osservate bene il suo posizionamento e, nel caso di un lettering, l’ortografia. Se qualcosa non vi convince fermate i lavori, chiedete consiglio all’artista ed, eventualmente, fare apportare le modifiche in questione.

  1. Preparatevi al dolore

È consigliabile arrivare alla seduta coscienti del fatto che proverete dolore, più o meno intenso, durante l’intera esecuzione. Non abbiate paura di dire il vostro tatuatore che avete bisogno di una pausa; soprattutto nel caso di un tattoo di grandi dimensioni ogni tanto occorre uno stop, l’importante è non mettere in crisi l’artista con continue pause!

Costole, piedi, mani, testa e la colonna vertebrale sono zone molto più sensibili e il dolore sarà certamente più intenso.

  1. Rilassatevi e state fermi!

Per quanto possa essere difficile farlo, restare immobili e rilassati per tutta la durata della seduta è assolutamente importante, soprattutto in vista del risultato finale.

Se vi muoverete o sarete troppo tesi il tatuatore farà fatica a tracciare linee nette e, inoltre, sentirete più male!

  1. Prendetevi cura del vostro nuovo tattoo

Terminata la seduta il tatuatore vi medicherà la ferita, solitamente applicando un strato di crema e una pellicola protettiva trasparente.

Una volta lasciato il tattoo shop starà a voi curare il tatuaggio fino a completa guarigione; ci vorranno circa due settimane, anche se il tempo è soggettivo perché dipende dalla capacità della vostra pelle di rimarginarsi.

Per l’interno periodo, sino a quando non saranno sparite completamente le croste e la zona sarà perfettamente liscia, evitate l’esposizione al sole, i bagni in mare, le saune e le lampade solari.

Una volta che è il tattoo sarà guarito non dimenticare di usare la protezione solare ogni volta che lo esporrete al sole, per far sì che l’inchiostro si preservi nel migliore dei modi.

Una risposta

  1. Antonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *