Il primo tatuaggio: 5 regole per un’esperienza senza stress

Andare a fare un tatuaggio vi provoca ansia? È il vostro primo tattoo e avete la testa che vi rimbomba di domande? Fate un respiro profondo, cercate di vivere al meglio la vostra esperienza nel magico mondo dei tatuaggi e tentate anche di seguire questi consigli, che insieme fanno un piccolo manuale di sopravvivenza!

4924297397_5c238d86b3

Avete deciso di farvi un tatuaggio. Bene. Un po’ meno bene se si tratta del primo, diciamo la verità. Tutti, o quasi, alla prima esperienza con il mondo dei tatuaggi sono pieni di ansie, domande e dubbi in proposito. Come sarà? Mi piacerà? Sentirò dolore? Sono sicuro di farlo?

Iniziamo così: niente paura. In fondo, state facendo una cosa che vi piace, che avete programmato e sognato da chissà quanto tempo e non c’è proprio motivo di agitarsi, con il rischio, poi, di arrivare lì, fare figuracce e magari essere guardati con occhio sospetto dal povero tatuatore cui sarà toccato in sorte di disegnarvi la pelle.

Quindi, fatevi coraggio, recatevi allo studio del vostro tatuatore sfoggiando un bel sorriso e, nel frattempo, tenete a mente questi consigli, indispensabili per la buona riuscita del lavoro e, soprattutto, utilissimi per non fare la figura di quelli un po’ matti quando sarete nel bel mezzo della creazione del vostro tatuaggio.

Abbiate le idee chiare

Sapere quello che si vuole. Avere le idee chiare è praticamente un imperativo, quanto meno sul soggetto che volete farvi tatuare. I tatuatori sono bravissimi artisti, certo, ma non possono fare miracoli cercando di interpretare quello che voi non riuscite a spiegare in modo comprensibile, o peggio, quello che ancora non sapete di volere.

Se proprio avete bisogno di consigli, consulenze e pareri di esperti, portate con voi disegni, bozze fatte a mano da voi, qualunque cosa possa dare al tatuatore un’idea, il più chiaro possibile, di quello che volete o che avete in mente.

  1. Siate flessibili

Essere flessibili significa, in questo caso, abbandonare, anche solo per un secondo, l’idea che il disegno che avete in mente non può essere modificato e che così sarà il vostro tatuaggio, costi quel che costi. Niente di più sbagliato!

Ascoltate i pareri del vostro tatuatore e siate pronti a mettere in discussione il posto in cui volete il tatuaggio, la dimensione o il colore. Insomma, tenetevi pronti per sperimentare modifiche varie, per rivoluzionare tutto, qualcosa, o niente, nella migliore delle ipotesi!

  1. Niente banda di amici al seguito

La tentazione di portarsi al seguito un bel gruppetto di amici che vi guardano mentre vi fate tatuare, e intanto scelgono, guardano e decidono sui lori prossimi possibili e ipotetici tattoo, è molto forte. Tutto questo è umano e comprensibile, cercate però di limitarvi e di portare, se proprio non potete farne a meno, solo una persona e lasciate lavorare il tatuatore in pace e senza stress! Anche in questo caso, siate coraggiosi e ce la farete!

  1. Presentatevi al negozio di tatuaggi puliti e in buona forma

Questo significa che dovrete presentarvi al negozio con la pelle ben pulita e detersa, indispensabile per la buona riuscita del lavoro. Ricordate che è anche vietato bersi un mojito o cose del genere per stemperare la tensione. Insomma, siate sobri e abbiate coraggio, supererete il trauma ed eviterete figuracce!

  1. Rimanete calmi e rilassati

Se possibile cercate di sembrare normali. Questo vuol dire che è bene non cantare in modo fastidioso e non parlare incessantemente ogni secondo, soprattutto quando il vostro tatuatore è intento a lavorare.

  1. …e non lamentatevi del prezzo

Un buon tatuaggio, fatto bene e realizzato con cura e precisione, ha il suo costo e, come sempre, la qualità ha il suo prezzo! Quindi, non siate troppo tirchi e costi quel che costi. È anche una questione di sicurezza, del resto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *