I teschi messicani: provenienza e simbologia

Vi sarà certamente capitato di vedere, tatuato sul corpo di qualcuno o stampato su riviste di settore, un teschio molto particolare e assolutamente diverso dai soliti. Con ogni probabilità si tratta del cosiddetto teschio messicano o “teschio di zucchero”. Scopriamo le sue caratteristiche e il suo significato.

A differenza dei classici disegni di teschi che siamo abituati a vedere raffigurati in tatuaggi dal gusto dark, che evocano dolore, paura e morte, i teschi messicani sono tattoo coloratissimi e vivaci, che suggeriscono gioia e festeggiamenti.

La ragione di questo loro aspetto va ricercata in una popolarissima usanza messicana: quella di fare dolci a forma di teschio (da qui “teschio di zucchero”) per la festività dei morti; questi dolcetti vengono fatti in onore degli spiriti dei morti che si crede vadano a fare visita ai vivi durante tale ricorrenza.

In Messico il giorno dei morti viene festeggiato per 3 giorni consecutivi: il 31 ottobre, l’1 e il 2 novembre; la credenza è che la notte del 31 ottobre, a mezzanotte esatta, il cielo si apra e permetta il passaggio delle anime dei bambini (los angelitos) per 24 ore, i restanti giorni potranno passare quelle degli adulti.

 

I teschi di zucchero vengono variamente decorati, proprio in onore dei bambini, con colorazioni vivaci quali il verde, il giallo, il blu e l’arancione e con disegni come candele e fiori di varie specie. Questa usanza riflette il fatto che i morti non sono veramente morti, nel senso di scomparsi per sempre, ma sono felici della loro condizione di vita ultraterrena.

Vista la sua storia, il tatuaggio del teschio messicano porta con sé una profonda simbologia; questo genere di tattoo viene fatto esclusivamente per onorare una persona scomparsa e solitamente questi soggetti vengono tatuati affiancati al nome del defunto.

Si tratta di un tatuaggio molto spirituale, che ha lo scopo di mantenere vivo il ricordo e di onorare per sempre una persona alla quale siamo stati particolarmente legati in vita e che desideriamo rincontrare dopo la morte.

Solitamente i teschi messicani vengono decorati con vari disegni sul viso: fiori al posto degli occhi, rose e altri soggetti dai colori vivaci; questi disegni rappresentano una sorta di lotta interiore, sono simbolo di vita e di bellezza in contrapposizione alla morte e alla bruttezza.

Tra i soggetti floreali più comunemente usati per decorare i teschi messicani troviamo le rose e i fiori di marigold, che simboleggiano la vita. Altri temi ricorrenti in questi tattoo sono le ragnatele che rappresentano la morte, sempre in contrapposizione a coloratissimi fiori, e le candele accese che solitamente vengono realizzate all’interno degli occhi a simboleggiare il ricordo mantenuto vivo dalla fiamma sempre accesa.

I teschi messicani tattoo rappresentano lo spirito profondo della vita, il rispetto per la morte e per i defunti e l’accettazione del passaggio da uno stato e l’altro.

Anche se originariamente fuori dai canoni delle varie scuole di art tattoo, con il tempo questo soggetto è diventato parte integrante del genere Old School, grazie alle molte rivisitazioni ad opera di grandi artisti maestri di questo stile.

Se, quindi, desiderate tatuarvi uno di questi bellissimi ed eccentrici teschi messicani rivolgetevi ad un tattoo shop in stile Vecchia Scuola, sapranno proporvi molte varianti del soggetto e potrete scegliere tra un’infinità di teschi differentemente colorati e decorati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *