I tatuaggi realistici e lo stile Trash Polka

Il mondo dell’art tattoo è un mondo in continua evoluzione; proprio come ogni altro genere di arte cresce, si sviluppa e cambia con il passare del tempo e con il mutare della società. Anche se molti tatuatori e tatuati si rifanno ancora all’iconografia classica, partendo dal sempre popolare stile Old School e continuando a seguire i generi della tradizione, si stanno sviluppando altre tipologie di tatuaggi, lontane da tutto ciò che siamo abituati a vedere come, ad esempio, il cosiddetto tattoo in stile Realistic Trash Polka.

L’arte è, per definizione, l’espressione estetica dell’interiorità umana, ed essendo essa mutevole ne consegue che l’arte stessa vive in continua e perenne evoluzione.

Anche se siamo abituati a vedere, e quindi a prendere in considerazione, quasi esclusivamente le diverse tipologie di tatuaggi più popolari e conosciute (Old School, stile giapponese, tattoo tribali, thailandesi, lettering), esistono, o meglio si stanno sviluppando sempre più rapidamente, altri generi di tattoo che si svincolano dalla tradizione per entrare a far parte di un nuovo mondo.

Dal genere realistico è nato, a partire dai primi anni del 2000, uno stile nuovo e assolutamente rivoluzionario, il cosiddetto Realistic Trash Polka. Questa tipologia di tatuaggi è stata inventata da due straordinari artisti, Simone Pfaff e Volko Merschky, titolari del famoso studio Buena Vista Tattoo Club di Wurzburg, in Germania.

Il genere realistico molto spesso può essere associato alla ritrattistica vera e propria; molti appassionati di tatuaggi, infatti, desiderano tatuarsi volti, mezzi busti o figure intere di persone amate. Allo stesso modo il realismo penetra nell’art tattoo sotto forma di tatuaggi 3D: soggetti di svariate tipologie disegnati in tridimensione, rappresentazioni di organi del corpo umano, cicatrici, ferite.

Il realismo di alcuni tatuaggi è quasi disarmante e ci lascia a bocca aperta; non sono molti i tatuatori in grado di realizzare questo genere di tattoo, molto complesso, tecnico e decisamente “di settore”.

Lo stile Realistic Trash Polka parte da qui per mischiarsi a motivi astratti, disegni grafici dal forte impatto visivo e lettering; quello che ne risulta è un genere decisamente nuovo, eccentrico e difficile da descrivere a parole.

Gli ideatori di questo stile, Merschky e Pfaff, sono tattoo artist di grande talento, meticolosi e perfezionisti che collaborano, alternandosi, alla realizzazione di ogni tatuaggio; forse anche per questa ragione osservando un tattoo Trash Polka si ha l’impressione di vedere più stili insieme, mixati in maniera armonica e perfetta.

 

 

Ciò che più caratterizza questo genere innovativo è la precisione dei tratti, la pulizia delle linee e del lettering, l’uso quasi esclusivi di due colori, il nero predominante e il rosso come contrasto; i colori sono pieni e densi, come se a stenderli sulla pelle fosse un pennello da pittore.

I soggetti, lontani per stile di realizzazione, da quelli della tradizione classica, sono solitamente realistici accostati a tratti astratti, elementi grafici stilizzati e abbondante uso del lettering. Il soggetto più utilizzato è il teschio, in tutte le sue varianti.

Il Realistic Trash Polka è uno stile estremo, dal forte impatto visivo, un genere al quale non si può restare indifferenti; osservando questi tatuaggi si ha l’impressione di guardare un quadro in una galleria d’arte moderna; questo stile di tatuaggi sta diventando sempre più popolare e le ragioni appaiono piuttosto ovvie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *