Cosa valutare prima di scegliere tatuatore e tattoo-shop

Quando si decide di farsi un tatuaggio è sempre bene seguire un iter preciso prima di scegliere il tatuatore e lo studio di art tattoo presso cui affrontare la seduta. Anche se ad oggi gli artisti tatuatori devono seguire un percorso di formazione e allestire uno studio a norma di legge per poter esercitare la professione, esistono ancora personaggi poco seri che è importate saper riconoscere per evitare situazioni spiacevoli.

 24bdec5ce3e373383302eec849bfb997

Sottoporsi ad una seduta di art tattoo è come affrontare un piccolo intervento chirurgico; la realizzazione di un tatuaggio prevede l’inserimento di inchiostro tra gli strati dell’epidermide attraverso l’utilizzo di un serie di aghi di cui è dotata la macchinetta del tatuatore.

Questa procedura implica, ovviamente, una serie di attenzioni che il tatuatore deve obbligatoriamente seguire per evitare il sopraggiungere di vari problemi, tra cui infezioni più o meno serie.

Soprattutto se siete alla vostra prima esperienza in fatto di tatuaggi non sottovalutate nulla, né date per scontato che un tatuatore, soltanto perché tale e titolare di un tattoo shop, debba essere professionale e garantirvi affidabilità.

Vediamo, quindi, come procedere per essere certi di ottenere un nuovo tatuaggio senza correre rischi inutili.

Per prima cosa è necessario cercare un tatuatore serio e affidabile, che sia in grado di rispondere a tutte le vostre domande e fornirvi tutte le informazioni necessarie sulla seduta e sulle sue possibili implicazioni.

L’aspetto più importante da valutare ai fini di non incorrere in brutte sorprese, durante e soprattutto dopo la seduta, è il livello di igiene dello studio e delle attrezzature utilizzate per la realizzazione del tattoo, nonché il comportamento professionale del tatuatore.

1.

Gli artisti tatuatori devono sempre indossare guanti monouso durante tutta la seduta.

Si tratta di una prassi igienica standard e assolutamente obbligatoria al fine di evitare la trasmissione di pericolosi batteri; l’uso dei guanti protegge sia voi che l’artista e un tatuatore serio non correrebbe mai alcun rischio.

Se notate che il tatuatore non indossa i guanti durante la vostra seduta è molto probabile che non lo faccia per abitudine ed è quindi assolutamente sconsigliato procedere.

2.

Tutte le attrezzature del tatuatore devono essere accuratamente sterilizzate.

Un errore comune è quello di pensare che sia sufficiente darle bollire per rimuovere batteri e virus; in realtà è indispensabile l’utilizzo di un’autoclave.

3.

Gli aghi devono essere monouso, sigillati e aperti solo nel momento in cui vengono utilizzati; per questo devono essere aperti davanti ai vostri occhi soltanto nel momento in cui inizia la seduta.

4.

Così come per gli aghi, anche le boccette degli inchiostri devono essere monouso e aperte davanti a voi prima dell’inizio della seduta.

5.

Anche lo studio in sé deve possedere le giuste caratteristiche per essere a norma.

Non sarà difficile osservare lo stato generale dello studio e il livello di igiene della stanza in cui si svolgerà la seduta; se notate che l’ambiente non è pulito, né adeguatamente arieggiato ed illuminato, con ogni probabilità lo studio non è a norma di legge e di conseguenza la serietà del tatuatore ne risulterà compromessa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *