Come diventare tatuatore

Qualche consiglio e suggerimento per chi desidera sapere come diventare tatuatore, e intraprendere questa affascinante professione, dagli obblighi di legge, agli insegnamenti e alla pratica necessari per assicurare ai clienti competenza, professionalità e la massima igiene.

Come diventare tatuatore

La tatoo art rappresenta oggi un business in grande espansione; fiere, convegni, mostre e gare decretano arte ed artisti in un panorama davvero suggestivo. Sono molti gli aspiranti tatuatori che cercano di entrare in questo affascinante mercato, troppi solo ed esclusivamente per trarne un profitto in termini di denaro, sottovalutando aspetti fondamentali come gli obblighi di legge, le capacità e la vera passione per il tatoo. Vediamo allora come fare per diventare tatuatore, serio, professionale e riconosciuto.

Come diventare tatuatore

Se fino a qualche decennio fa, il tatuaggio era visto quasi esclusivamente come una forma di ribellione spesso associata a persone di dubbia morale e serietà, oggi è finalmente chiaro il suo valore artistico nonché estetico, e nulla a più a che vedere con pregiudizi discriminanti su tatuati e tatuatori. Molti giovani e meno giovani sono alla ricerca di tatuatori esperti che possano in totale sicurezza “lavorare” sul loro corpo, per avere la possibilità di esprimere e liberare, attraverso questa bellissima forma d’arte che si basa soprattutto sui sentimenti e sulla loro libera espressione, qualcosa che si ha già dentro al proprio cuore.

Il percorso per diventare tatuatore prevede, come per qualsiasi altro mestiere, una gavetta e un’idonea e completa formazione tecnica, sommate a doti artistiche e alla passione per il mondo del tatoo che sono alla base di questo lavoro, e devono rappresentare il punto di partenza per chi vuole addentrarsi con successo in questo mercato.

Obblighi di legge per diventare tatuatore

Fino a qualche tempo fa a decretare il successo di un tatuatore erano esclusivamente i suoi clienti, ma oggi le cose sono molto diverse, grazie all’Atir (Associazione Tatuatori Italiani Riuniti), che ha ottenuto dal Ministero della Sanità una circolare contenente le linee guida da seguire per intraprendere questa attività.

Secondo tali regolamentazioni per diventare tatuatore è obbligatorio frequentare un corso formativo (gestito dalle regioni), del costo di circa 1.800 Euro e della durata di 90 ore, il quale prevede gli insegnamenti base per ciò che concerne: igiene, dermatologia e tecnica professionale.

La pratica

Lo step successivo è rappresentato dalla pratica sul campo, che spesso è molto più dura e lunga di quanto molti “novellini” possano pensare. Questo in primis perché i tatuatori esperti e attivamente presenti sul mercato da tempo possono vantare un livello di preparazione tecnica e di doti artistiche notevoli, difficilmente raggiungibili in poco tempo. Ricordiamoci che dipingere sulla pelle di qualcuno non è nemmeno paragonabile a disegnare su una tela inanimata, e le conseguenze di un lavoro approssimativo possono essere davvero devastanti.

Normalmente la pratica per arrivare a diventare tatuatore prevede lunghi periodi di prove su carta, la realizzazione di un book fotografico con i propri lavori e, cosa più importante, la supervisione di un maestro tatuatore che sarà in grado di decidere quando si sarà pronti per lavorare sulla pelle. Trovare un mentore che possa indirizzare l’aspirante tatuatore e insegnargli il mestiere è un passaggio quasi obbligatorio, anche per addentrarsi attivamente in questo mondo e poterne comprendere le dinamiche, i vari stili, e tutta una serie di tecniche e sviluppi differenti.

Aprire l’attività

Dal punto di vista pratico, aprire un’attività di tatuatore è come iniziare qualsiasi altra attività; bisognerà trovare un locale idoneo, ottenere le varie autorizzazioni sanitarie (Asl), contattare fornitori di materia prima (aghi, strumenti ..), aprire una Partita Iva, iscriversi al registro delle imprese (C.C.I.A.A.), denunciare la propria attività, aprire una posizione Inail e iscriversi all’Inps.

Per essere efficaci sul mercato è consigliabile aprire un blog o un sito dove mostrarsi al pubblico attraverso i lavori eseguiti; sarà poi la bravura dell’artista tatuatore e la sua capacità di entrare nel mondo dei tatoo la vera chiave del suo successo.

4 Commenti

  1. titti
  2. Sal
  3. Arturo
  4. alessandro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *