Caratteristiche dei tatuaggi New School

Il variopinto mondo dell’art tattoo è caratterizzato da innumerevoli stili ognuno dei quali esprime, attraverso il tatuaggio, una storia e una simbologia differente, proveniente da diverse culture. Verso la metà degli anni ’90 nasce un nuovo stile denominato New School, i cui soggetti e disegni sono spesso confusi con il classico e famosissimo tattoo Old School; ma quali sono le differenze?

Caratteristiche dei tatuaggi New School

Le caratteristiche dei tatuaggi New School

Oggi stiamo assistendo a un notevole aumento delle persone che si rivolgono ai tattoo shop per farsi tatuare un soggetto o una scritta, e le alternative, stilisticamente parlando, sono davvero molte. Dai tatuaggi tribali, di grande valore estetico e simbologia astratta, ai coloratissimi e complessi disegni giapponesi, dai tattoo realistici a quelli tailandesi che risentono molto di influssi religiosi, sino agli storici tatuaggi della cosiddetta Old School, che sono tornati alla ribalta negli ultimi anni.

Proprio dallo stile e dai soggetti della Old School derivano i tattoo New School, che si rifanno direttamente a questa “vecchia scuola”, modificandone ma soprattutto esasperandone alcune caratteristiche.

I soggetti della New School sono a grandi linee gli stessi ovvero quelli provenienti dal mondo nautico, mondo al quale apparteneva il fondatore del genere Old School conosciuto come Saylor Jerry (il marinaio Jerry). Si tratta in particolare di velieri, ancore, rose dei venti, rondini, dadi e pin up…soggetti che sono simbolicamente espressione dello stile di vita e della tradizione marinara.

Sono soggetti disegnati in maniera realistica, sempre accompagnati da una simbologia specifica a seconda del disegno ritratto; l’ancora, ad esempio, che è tra i vari soggetti uno dei più popolari, rappresenta importanti valori quali la solidità e la sicurezza, la rondine la fortuna ma anche l’esperienza necessaria per affrontare la vita in mare aperto, e così via.

La New School si propone di rappresentare tali soggetti in maniera più moderna, principalmente attraverso uno stile rivisitato che si concentra sull’esasperazione di quello tipico della “vecchia scuola”; linee ancor più marcate e definite, una quasi totale assenza di sfumature ed ombreggiature e, soprattutto, colori più accesi e spesso tonalità davvero vivaci, ottenute con l’utilizzo di inchiostri che in alcuni casi sono addirittura simili al fluorescente.

Questo stile, che potremmo definire decisamente più odierno e al passo con le mode del momento, è in realtà l’unica vera differenza tra la New School e la Old School; spesso infatti se si ricercano disegni provenienti dalle due scuole, ci si imbatte in soggetti del tutto simili. Ad ogni modo quello che salta all’occhio è proprio la colorazione che appare decisamente più vivida nel tattoo New School.

Altra piccola differenza tra i due stili è la presenza, pur sporadica, di qualche tratto sfumato nel tatuaggio New School, a differenza di quanto accade per i tattoo della “vecchia scuola” che ne sono sempre, totalmente privi, rimanendo piatti e bidimensionali.

Sembra esserci, di base, una maggior libertà rispetto allo stile della Old School, che al contrario è fortemente legato alla tradizione stilistica di Saylor Jerry; una libertà sicuramente derivante dalla modernità, nella quale il tatuaggio New School nasce e dalla quale si sviluppa.

Proprio perché di derivazione contemporanea, anche per quanto riguarda i soggetti, pur concentrandosi su quelliclassici appartenenti alla tradizione della Old School, la New School da spazio anche ad altri (tutti quelli che si possono immaginare), mantenendo però nella loro realizzazione le caratteristiche stilistiche che abbiamo descritto: linee di definizione marcate e grossolane, rigorosamente nere, e colori molto accesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *