6 consigli per un tatuaggio meno doloroso

Farsi un tatuaggio, che si tratti di un piccolo soggetto tatuato in una zona poca sensibile del corpo, piuttosto che di un grande tattoo realizzato in parti maggiormente sensibili, implica sempre un certo livello di dolore dovuto alla ripetuta penetrazione degli aghi sotto pelle. Ovviamente non è possibile eliminare completamente tale sensazione, che varia da un leggero fastidio ad un dolore più intenso, ma seguendo alcune regole fondamentali si può essere certi che la realizzazione del tatuaggio risulti meno dolorosa di quanto potrebbe essere altrimenti.

3.jpg.CROP.original-original

Chiunque abbia già un tatuaggio sa perfettamente che la sensazione dolorosa che deriva dalla sua realizzazione è strettamente correlata alla propria soglia del dolore; per questo motivo parlando con persone che possiedono uno o più tattoo è possibile incontrare soggetti che rivelano di aver avvertito unicamente un leggero fastidio ed altri che, al contrario, hanno provato un dolore piuttosto intenso.

Il livello di tale fastidio dipende anche dalla posizione del corpo interessata e dalla tipologia del tatuaggio; un soggetto realizzato sull’avambraccio, ad esempio, sarà meno doloroso dello stesso disegno tatuato sul costato o in altre zona ricche di terminazioni nervose e più vicine alle ossa, così come un piccolo lettering risulterà meno fastidioso di un grande tribale completamente colorato.

Insomma, il dolore fa parte del gioco, e questo aspetto in realtà è parte integrante della tradizione dell’art tattoo e del suo vero e più profondo significato; ma esistono comunque alcune regole fondamentali che, se seguite scrupolosamente, possono limitare il fastidio della seduta dal tatuatore; vediamo di cosa si tratta.

1.  Non bere alcolici

Alcuni pensano che bere qualcosa di alcolico (o ancor peggio fare uso di droghe) prima della realizzazione di un tatuaggio possa limitare la sensazione dolorosa; questo è completamente falso.

L’alcol è un anticoagulante e assumerlo prima di una seduta dal tatuatore significherebbe andare incontro ad un maggiore sanguinamento, con la conseguenza che l’inchiostro presente sull’ago potrebbe faticare ad attecchire, fissandosi malamente tra gli strati dell’epidermide.

Inoltre, il fatto di non essere completamente lucidi, e di conseguenza probabilmente incapaci di restare immobili durante la realizzazione del tattoo, potrebbe rendere l’intera esecuzione più lunga e quindi più dolorosa.

Per gli stessi motivi andrà evitata anche l’assunzione di bevande stimolanti, quali il caffè e gli energetici, e di tutti i medicinali vasodilatatori.

2. Bere  molta acqua

Se assumere alcolici prima di farsi tatuare è assolutamente inopportuno, bere molta acqua nelle 12 ore precedenti alla seduta risulta invece utile e benefico.

L’acqua aiuterà la pelle a restare ben idratata e questo permetterà all’inchiostro di fissarsi con maggiore facilità tra gli strati dell’epidermide, di conseguenza la sessione risulterà più veloce, con minore fuoriuscita di sangue e quindi meno fastidiosa dal punto di vista fisico.

3. Fare un pasto completo

Arrivare alla seduta a stomaco pieno ci assicurerà di sentirci in forma e aumenterà la nostra capacità di resistenza al dolore; la realizzazione di un tatuaggio è un’attività che porta ad un notevole consumo di energie e il nostro fisico ci ringrazierà se la affronteremo nel pieno delle forze.

Consumare un pasto completo e bilanciato prima di una seduta dal tatuatore risulterà particolarmente utile a coloro che soffrono di pressione bassa, piuttosto che alle persone che si agitano facilmente e hanno una bassa soglia del dolore.

4. Dormire sufficientemente la notte precedente alla seduta

Per provare meno dolore e sentirsi a proprio agio durante l’intera seduta è consigliabile non recarvisi dopo notti brave o insonni; se sarete stanchi e poco vigili potreste non essere in grado di gestire una sessione completa, soprattuto se questa richiede più di un ora di tempo.

5. Fare piccole pause durante l’esecuzione del tattoo

Farsi un tatuaggio di grandi dimensioni, magari in una zona sensibile del corpo come il torace, le mani o i piedi, può risultare piuttosto doloroso, specialmente  col il passare del tempo; in questo caso è consigliabile fare alcune piccole pause durante la seduta, in modo da riprendere le forze per tenere testa alle sensazioni fisiche che si provano. In questo lasso di tempo assumete acqua e piccole quantità di zuccheri in modo da fare rifornimento di energie.

Ovviamente le pause andranno fatte in accordo con il tatuatore, dovranno essere brevi e poco frequenti poiché durante gli intervalli, se troppo lunghi, la zona del corpo trattata potrebbe iniziare a gonfiarsi leggermente e questo comporterebbe un aumento della sensazione dolorosa.

6. Trovare un modo per ignorare il dolore

Ascoltare musica, chiacchierare con un amico, piuttosto che fare yoga prima della seduta, tutto può essere utile per distogliere l’attenzione dal dolore concentrandosi su altro; in tal modo sarete più rilassati e spensierati e la sessione risulterà decisamente meno dolorosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *